Smile
   
 
 
 
GIORNALE DI BRESCIA del 20/02/2014
Stefania Martin Tutto è iniziato con un «trabocchetto» di Mina
La corista bresciana ha lavorato con i grandi della musica italiana da Renato Zero a Morandi. Moltissime anche le partecipazioni in tv

L’inconfondibile treccione rosso. Gli occhiali fumé. Era lei. Mina. Che passava tranquillamente in corridoio «mentre io uscivo dal bagno. Me la sono trovata davanti all’improvviso. Mi ha salutato. Io non sapevo cosa dire, per l’emozione».
A Stefania Martin, vocalist e cantante bresciana, brillano ancora gli occhi quando ricorda di quella volta che, nel 2010, andò a Lugano, nella magione della Tigre di Cremona, per la registrazione dell’album Caramella di Mina. «Non era il primo in cui facevo la corista per lei. L’avevo già fatto in Bau, Todavia e Facile».
Eppure Stefania da vocalist aveva già lavorato con grossi nomi della discografia italiana e non solo, come Renato Zero e Morandi. Ma Mina, lo si sa, è Mina. «Stava al mixer. Quando si è messa accanto a me per farmi sentire la tonalità esatta mi è venuta la pelle d’oca». A un certo punto mi ha fatto una sorta di trabocchetto. «Mi ha detto se volevo andare sotto di un tono rispetto alla base originale. Io invece l’ho fatto nella tonalità giusta. Sarei stata in grado di farlo, ma raccogliere una sfida di un’incona come Mina... ».
Stefania vive a Bologna con il figlio Alberto e il marito Claudio Napolitano, pianista e arrangiatore della sua band, gli Smog. Al secolo, Stefania Martin Open Group.
La passione per il canto è nata nella casa in cui Stefania è nata, nel quartiere di Folzano. Il fratello Walter, purtroppo scomparso prematuramente qualche anno fa, suonava. «Lo faceva in camera sua e dato che io non lo lasciavo stare, mi assegnava la parte dei cori. Pure i due figli di mio fratello, Alessio e Angelica, fanno i musicisti». «Volevo fare la cantante. Sapendo che probabilmente sarebbe rimasto un sogno. E anche i miei genitori mi dicevano: fallo, ma come un hobby ». E invece, sono già più di vent’anni di carriera. Da vocalist e cantante solista. I primi concerti a diciannove anni, quando da poco si era diplomata come stilista in un istituto professionale. «Il primo lavoro importante è stato fare la corista per i Charlie and The Cats. Eravamo alla metà degli anni Novanta». Poi, a fine anni Novanta, voce solista per i bresciani della Blues Benzo Band «con cui lavoro ancora ». E ancora, nel 2000, la collaborazione con Jenny B per un musical e nel 2004 il tour con il cantautore brasiliano Morris Albert.
L’anno prima, Stefania aveva preso una decisione. «Avevo trent’anni. Mi sono detta: ora o mai più.Ho lasciato il lavoro in ufficio e mi sono dedicata completamente al canto. Alla musica». Grazie alla vocalist Giulia Fasolino e al marito, il batterista Alfredo Golino, arriva il tour con Renato Zero «Il sogno continua». «Nel 2006 ho registrato da corista l’album Bau di Mina. E uno dei musicisti in tour con Renato Zero mi ha chiamato, a metà 2006, per l’album di Morandi, Il tempo migliore». Con la Sanremo Festival Orchestra del maestro Bruno Santori è sul palco, nel 2012 e nel 2013 del concertone di Radio Italia nella meneghina piazza Duomo.
Gli ultimi dieci anni, dice Stefania, sono stati importanti perché «ho preso più coscienza di me come cantante solista». Il 29 novembre è uscito il cd Christmas reloaded del gruppo gospel di Pavia Lv gospel project, in cui Stefania è prima voce con Marco Guerzoni, Hernan Brando e Claudia D’Ulisse. E il giorno dopo, il 30 novembre, è toccato all’ep Vorrei volare, «con cinque pezzi inediti del mio amico cantautore Gianluca Fantelli, che mi ha chiesto di cantarli. Sarà presentato il 21 marzo all’Antica Birreria Whurer in città in una serata organizzata dall’Aisla».
Con gli Smog, Stefania sta lavorando a un primo album della band, con una decina di pezzi, di cui cinque inediti. «Sarà un disco jazz». Chiacchierando con Stefania vengono fuori tante altre cose. L’esperienza in tv - nel 2011 e nel 2012 ha fatto la corista a Zelig, con il duo Cortellesi - Bisio e in Star Academy di Rai 2 - voce per spot pubblicitari, la collaborazione con il comico Sergio Sgrilli («faccio parte della sua band»), con cui «partecipo a Buon compleanno Sic in ricordo di Marco Simoncelli, al Palasport di Rimini».
E ancora, il mini tour con Gabriella Germani e Marco Baldini, l’inseparabile spalla di Fiorello in tante trasmissioni, tra cui Viva Radio 2, programma radiofonico cult di cui Stefania è stata ospite.
Una cosa Stefania vuole dirla, a conclusione dell’intervista. «Per chi vuole fare la cantante. Si può fare. Credendoci fino in fondo».
Paola Gregorio

   Giornale di Brescia del 20/02/2014
 


Press
20/02/2014 IL GIORNALE DI BRESCIA
13/06/2013 GIORNALE DI BRESCIA
11/06/2013 www.rockol.it
15/03/2013 BRESCIA OGGI
08/06/2012 Sette del Corriere della Sera
06/06/2012 Rockol.it
06/06/2012 Mina Fan Club - Il blog
21/04/2012 BRESCIA OGGI
21/04/2012 GIORNALE DI BRESCIA
28/09/2011 BRESCIA OGGI
03/09/2011 RASSEGNA STAMPA 3-9-2011
10/07/2011 BRESCIA OGGI
10/07/2011 GIORNALE DI BRESCIA
21/07/2010 GIORNALE DI BRESCIA
21/07/2010 BRESCIA OGGI
 
 Pagine: 01 -02 -03 -04 -05 -

La mente torna Trailer

Video

I Giardini di Marzo

Amor Mio

Contatti
Avanzi di Balera
Telefono: 347-5515775
Mail: info@avanzidibalera.it
Contatti info per fatturazione

Premiata Associazione Culturale
Tel/fax 030 2010846
email circolimusicali@gmail.com
”CONTAMINARCI”

 

Avanzi di Balera - La Band tributo a Lucio Battisti